Riciclaggio

L’aggiunta di una frazione di riciclato nella formula finale è ormai una pratica imprescindibile

I costruttori di impianti per conglomerato ricercano tassi di riciclaggio sempre più elevati, non solo per preservare le risorse naturali ma anche per ottimizzare i costi di produzione, grazie al minor consumo di aggregati e di bitume tramite le moderne tecniche di riciclaggio.

Anello di riciclaggio innovativo

Anello di riciclaggio per impianti conglomerati bituminosiI riciclati freddi sono introdotti direttamente nell’essiccatore tramite anello di riciclaggio speciale e raggiungono la temperatura finale tramite scambio termico con gli aggregati vergini surriscaldati.
Grazie alla progettazione innovativa dell’anello di riciclaggio si evita l’intasamento che si potrebbe generare durante la fusione progressiva del bitume residuo presente nei materiali da riciclare.
Questa soluzione economica e già ampiamente testata, consente tassi di riciclaggio elevati, fino al 35% ed oltre in casi specifici.
Il riciclato e gli aggregati vergini entrano in contatto prima del vaglio per cui la ricomposizione granulometrica deve essere gestita a livello dei predosatori. Sistemi di dosaggio aggiuntivi potranno essere utilizzati in modo proficuo per garantire una qualità di dosaggio ottimale.

Riciclaggio nel mescolatore

Riciclaggio a freddo nel mescolatoreI riciclati sono convogliati al mescolatore tramite un elevatore a freddo e, come gli aggregati vergini, sono dosati in una tramoggia di pesatura dedicata, prima di essere introdotti nel mescolatore.
Il vapore acqueo liberato nel mescolatore deve essere evacuato e la produzione può essere influenzata per assicurare uno scambio termico completo tra il riciclato e gli aggregati vergini surriscaldati.
Gli aggregati vergini possono essere vagliati poiché seguono un circuito diverso rispetto agli aggregati vergini. La percentuale di riciclaggio può raggiungere il 25% e, combinando questa tecnica con un anello di riciclaggio, si arriva al 40% ed oltre in casi specifici

Riciclaggio in tamburo parallelo

Doppio Tamburo Il riciclato è essiccato e riscaldato in un tamburo essiccatore a corrente parallela, specificatamente dedicato e progettato a questo scopo. La palettatura interna consente un aumento di temperatura progressivo del riciclato per evitare ogni rischio di intasamento. Ciò permette di raggiungere una percentuale di riciclaggio al 60% ed oltre. Gli aggregati vergini seguono il circuito classico e vengono vagliati.

Vuoi saperne di più?

Se hai piacere di approfondire questi temi chiamaci al +39 0544 88111 oppure permetti a noi di ricontattarti compilando il form:

Il tuo nome (richiesto)

Azienda (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo telefono (richiesto)

Informazioni aggiuntive

Ai sensi del d.lgs. n. 196/2003 la informiamo che i dati personali che ha appena inserito saranno trattati nel pieno rispetto di tale legge. Selezionando "Acconsento" esprime il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati personali da parte di Marini - Fayat Group.