Video mapping e tecnologia MARINI: due mondi che si incontrano

MARINI, un’azienda che fa della modernità della sua fabbrica e della tecnologia dei suoi impianti un vettore di comunicazione all’avanguardia!

Chi compra un impianto d’asfalto non compra solo della tecnologia e delle tonnellate di acciaio. Chi compra un impianto MARINI compra una storia per costruire la sua impresa. Una storia fatta di persone, di sfide, di cambiamenti, di capacità di visione del futuro. Chi si affida alla tecnologia MARINI per produrre conglomerati bituminos, lo fa con una visione a lungo termine.
Affidando all’impianto tutte le aspettative di profitto, l’imprenditore scommette su una relazione a lungo termine che affronterà le sfide e i cambiamenti che il mercato potrà mostrare senza lasciarlo mai da solo.
A chi non vive in questo mercato sembrerà impossibile, ma non c’è settore come quello dei conglomerati bituminosi in cui le storie personali e le storie imprenditoriali si cementino nel tempo sulle emozioni. Emozioni vissute spalla a spalla, magari per tutti i 20, 30 addirittura 40 anni di vita dell’impianto. Un business che vede susseguirsi le generazioni dei costruttori.
Un’eccezionalità quella del nostro mercato difficile da spiegare… Abbiamo così pensato che solo l’arte potesse avere quella capacità di sintesi che le parole non hanno. L’unica che potesse essere in grado di far arrivare questi pensieri, permettendoci di condividerli con i nostri clienti.
Per far questo abbiamo deciso di utilizzare una forma d’arte innovativa, il video mapping.
Alcuni di voi forse ancora non conoscono il video mapping, chiamato anche project mapping o spatial augmented reality (SAR). Si tratta di una tecnica di proiezione utilizzata per trasformare oggetti, edifici o nel nostro caso un impianto per conglomerati bituminosi, in una superficie di visualizzazione. È una forma d’arte tecnologica che consiste nel proiettare “immagini” in computer grafica su superfici reali, ottenendo spettacolari effetti 3D e lasciando letteralmente a bocca aperta chi assiste allo spettacolo. Il video mapping è uno degli esempi su come la realtà aumentata mixata alla creatività possa proporre lo spazio in una nuova prospettiva. Attraverso la luce e le suggestioni sonore viene forzata la percezione della realtà. Questa spettacolare performance, con gli effetti surreali creati, è in grado di sconvolgere la percezione dello spettatore, dando luogo ad un senso di meraviglia tale da rendere unica l’esperienza emotiva. Attraverso il video mapping, la MARINI ha trasformato il proprio brand aziendale in una rappresentazione tridimensionale molto coinvolgente, in grado di stupire ed emozionare.
Abbiamo deciso di utilizzare questa forma d’arte per mostrare la nostra storia ai clienti in visita in azienda in occasione del Porte Aperte del 9 e 10 ottobre scorso:
I nostri gloriosi inizi

  • 1899 – La fondazione con la produzione di biciclette
  • 1948 – Le macchine stradali ed i primi impianti
  • 1988 – Il passaggio al Gruppo FAYAT

Il nostro presente

  • Una gamma completa di impianti per conglomerati bituminosi, mobili e fissi, modulari, con una tecnologia che li rende adatti a rispondere alle esigenze di un mercato in continua evoluzione

Il futuro che vogliamo scrivere con voi

  • Innovare, ovunque, con il cliente.

Volevamo riflettere lo spirito innovativo, l’avanguardia tecnologica ma anche lo spirito familiare che pulsa in azienda: il rapporto umano con i propri clienti, l’attaccamento alle nostre radici e la proiezione al futuro. Quale migliore strumento di una forma d’arte che emoziona e che basa la sua essenza sulla tecnologia più avveniristica? Una sfida nuova quella di creare una comunicazione che va oltre il reale, su un prodotto industriale di importanti dimensioni come è l’impianto MARINI.
Sfida accolta. Missione compiuta. Ora, godetevi il video. Parla di noi, insieme a voi!