MARINI - UltiMAP 2000 - Nigeria

Nigeria: LSPWC sceglie un impianto MARINI per costruire le strade di Lagos


Un nuovo impianto Marini UltiMAP 2000 con una produzione di 180 t/h è ora utilizzato dalla Società Lagos State Public Works Corporation per poter gestire al meglio un piano quinquennale che prevede un grosso sviluppo delle costruzioni stradali e delle manutenzioni nella città di Lagos (una megalopoli con oltre 17 milioni di abitanti) in Nigeria.
Impianto per la produzione di conglomerati bituminosi MARINIL’impianto UltiMAP 2000 che è entrato in funzione circa 1 anno fa nell’area di Imota (Lagos) è stato fortemente voluto dalla Società Lagos State Public Works Corporation (LSPWC) che ha messo l’accento sulla assoluta necessità di poter utilizzare un impianto che permetta la massima flessibilità di produzione e che consenta nel contempo di utilizzare alte percentuali di RAP [Recycled Asphalt Pavement], in modo da poter finalmente soppiantare la “cattiva tradizione nigeriana” che prevede il non riutilizzo del materiale fresato stradale. Per questa ragione, LSPWC ha deciso che è prioritario pre-trattare il RAP in modo da poter controllare in modo opportuno la qualità del vecchio bitume e la granulometria degli aggregati riutilizzati (la qualità del conglomerato prodotto è stata una priorità costante nella discussione tecnica) ed alla fine la soluzione scelta è stata quella dell’impianto completato con la linea di alimentazione del riciclato al cilindro essiccatore (anello di riciclato) con una percentuale di riutilizzo fino al 35% di RAP.
Un altro aspetto molto importante che è stato valutato a lungo durante la trattativa tra il dealer nigeriano della Marini, HMD, ed il cliente LSPWC, è stata la possibilità di controllare, nel miglior modo possibile la precisione dei dosaggi(per ogni singolo componente), la possibilità di modificare velocemente la formula prodotta e la possibilità di produrre anche piccoli lotti di conglomerato. E’ stata analizzata anche l’efficienza dell’impianto nel suo complesso, la possibilità di produrre conglomerati speciali (possibilità di inserire fibre ed additivi in sacchi), ma soprattutto il massimo rispetto per l’ambiente e per le condizioni lavorative.
Inaugurazione Impianto per conglomerati bituminosi MARINILSPWC ha chiesto anche un “parco bitume” speciale e per questo l’impianto UltiMAP 2000 a Imota è stato equipaggiato con uno stoccaggio di 6 cisterne verticali con una capacità complessiva di 300 ton. In questo modo l’operatore può molto facilmente cambiare il tipo di bitume utilizzato durante la produzione di conglomerato e può anche gestire molto più facilmente gli ordini di nuovo bitume al fornitore. Queste periferiche sono ovviamente presenti in tutti gli impianti, ma la richiesta è stata quella di una fornitura di cisterne speciali con ridotti ponti termici in modo da ottimizzare i processi produttivi, i consumi di combustibile e pertanto rispettare l’ambiente con la contemporanea ottimizzazione della produzione in termini di utilizzo efficiente delle materie prime.
Un nuovo punto di riferimento nel mercato nigeriano è stato finalmente raggiunto e siamo sicuri che ora anche gli altri contractor, come già fatto da Lagos State Public Works Corporation, considereranno sempre più le ottimizzazioni operative che permettono di rispettare l’ambiente, di ridurre i consumi di combustibile, di minimizzare le emissioni e soprattutto tenere in considerazione il target di massimizzare la qualità del prodotto finale.

Vuoi saperne di più?

Se hai piacere di approfondire questi temi chiamaci al +39 0544 88111 oppure permetti a noi di ricontattarti compilando il form:

Il tuo nome (richiesto)

Azienda (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo telefono (richiesto)

Informazioni aggiuntive

Ai sensi del d.lgs. n. 196/2003 la informiamo che i dati personali che ha appena inserito saranno trattati nel pieno rispetto di tale legge. Selezionando "Acconsento" esprime il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati personali da parte di Marini - Fayat Group.